Allenamento Metodo Stripping

IL METODO DI ALLENAMENTO DELLO “STRIPPING”.

Ognuno di noi ha incontrato nel proprio percorso in palestra una metodologia di allenamento differente da quella normale.

Sto parlando dello stripping ( o ‘drop set’).

Lo stripping è quel metodo definito anche “esercizio ad alta intensità” che consiste nell’ eseguire ogni singola serie di un determinato esercizio con peso “a scalare”.

Es. = 4 x (6+6+6)

Va subito detto che questa metodologia di allenamento puó essere svolta al meglio solamente con esercizi eseguiti alle macchine o eseguiti con dei manubri, in quanto, se ci si allena da soli, scalare il peso da una panca piana o mentre si fanno degli squat al MP risulta più complicato e sicuramente una perdita di tempo.

Penso che a prima vista già si capisca quanto più intenso diventi un allenamento se lo si condisce con questo metodo. Questo perchè miologicamente parlando lo Stripping stimola un altissimo numero di fibre muscolari seguendo la regola del cosiddetto “reclutamento muscolare”.

Questa regola afferma che quando un certo numero di fibre non ce la fa più a svolgere un determinato sforzo, altre fibre vengono chiamate in causa e così via, fino a quando non abbiamo stressato il muscolo al completo (o quasi). Inoltre calando il peso e protrando le ripetizioni si arriverà a stimolare le fibre bianche (cioè quelle rapide) e via via si andranno a stimolare le fibre rosse (cioè quelle resistenti).

  • Esempio di esercizio con Stripping

-Push Down cavo 3x (8+8+8)

In questo caso potete vedere che ognuna delle tre serie è composta da ben 24 ripetizioni (8+8+8).

Inizieremo l’esercizio scegliendo un carico che ci permetta di effettuare le prime otto ripetizioni a cedimento (8RM).

Appena completate le prime otto ripetizioni, senza pausa alcuna, andremo a scalare il peso di circa il 10-20% e completeremo altre 8 ripetizioni.

Fatto ciò, senza perdere tempo come prima, effettueremo un nuovo scarico di peso (sempre tra il 10 e il 20%) completando così le ultime 8 ripetizioni.

L’obbiettivo è quello di arrivare ad ogni singola ripetizione al proprio massimale possibile.

Essendo un metodo di esercizio particolare e abbastanza complesso da svolgere al meglio, difficilmente viene consigliato e fatto eseguire da chi ha avuto a che fare con il mondo della palestra da poco tempo, e anche gli sportivi che si dilettano in sala pesi da molto tempo non dovrebbero esagerare con questa tecnica, perchè corrono il rischio dell’Overtraining (sovrallenamento).

Quindi quando e come devo usare lo Stripping?

Il mio consiglio è quello di non utilizzarlo per tutti gli esercizi di un allenamento giornaliero, ma individuare con attenzione 1/2 esercizi e non di più.

Se abbiamo impostato un workout con ad esempio 7 esercizi diventerebbe davvero stressante utilizzare questa tecnica per ogni singola serie di ogni singolo esercizio.

Per di più, per stressare ancora maggiormente il muscolo interessato, lo Stripping di solito viene svolto nell’ultima serie di un esercizio in modo da dare maggiore “pump” al muscolo coinvolto e arrivare alla fine dell’allenamento muscolare avendo dato il massimo possibile.

conclusione

lo Stripping è una metodologia di allenamento diverso dal solito e molto completo nel suo insieme, che peró se svolto con troppa intensità e senza una logica d’allenamento puó causare un eccessivo stress per il muscolo.

Allego qui sotto un video di un’esecuzione svolto con questa tecnica.

https://youtu.be/vsHKEdjpaqg

Luca Uggè