Dolori Alla Schiena In Allenamento Come Contrastarli

MAL DI SCHIENA DOPO E/O DURANTE L’ALLENAMENTO IN PALESTRA? TUTTI I MOTIVI PIÙ COMUNI E COME CONTRASTARLI!

L’attività in palestra, se eseguita in maniera corretta, è un ottimo metodo per mantenersi in forma anche durante la stagione invernale. Anche chi svolge attività fisica in maniera costante può soffrire di dolori post allenamento, soprattutto nella zona lombare della schiena. Si tratta di dolori che possono essere sentiti anche nei giorni successivi a quello dell’allenamento e che sono diversi dai naturali DOMS ( i classici dolori dovuti alla sessione d’allenamento dove i muscoli si micro lacerano per l’effetto d’espansione di questi ultimi)

I motivi più comuni che possono procurare traumi di questo tipo sono:

• Poco tempo da dedicare all’attività fisica (motivo per cui, a volte, si salta il riscaldamento)
• Esercizi considerati “noiosi” ai quali se ne preferiscono altri convinti del fatto che siano più d’impatto sul nostro fisico
• Postura errata
• Carico eccessivo
ed ultimo, ma non per importanza
• L’UTILIZZO DI UNA SCARPA POCO COMODA E NON ADATTA ALL’ALLENAMENTO

Il nostro ruolo è quello di mettervi in condizione di potervi allenare nel miglior modo possibile, assegnandovi esercizi di base al vostro livello di preparazione e correggendovi nel momento in cui ci siano degli errori della tecnica e/o nella postura. Onde evitare possibili infortuni, è quindi consigliato ascoltare e fidarsi dei propri istruttori di sala o del proprio PT (Personal Trainer), anche quando sembra di ascoltare delle banalità, cercando piuttosto spiegazioni sul relativo esercizio da svolgere.

Molto importante per prevenire eventuali rischi di infortuni è imparare a conoscere e tenere conto del proprio corpo e quindi dei propri limiti. Questo significa cercare di seguire un allenamento idoneo al proprio stato di forma fisica, evitando di partire dalla prima sessione di allenamento con carichi eccessivi. Piuttosto è preferibile seguire un andamento progressivo, utile anche per avere un feedback dei propri miglioramenti da poter verificare di volta in volta con il passare del tempo.

Concludo affermando che, nonostante si possa soffrire di dolori più o meno acuti, con una tecnica corretta, la dovuta prevenzione e una buona supervisione da parte del vostro istruttore, si possono affrontare anche gli esercizi più complicati.

Note bibliografiche
– L’allenamento ottimale (Jurgen Weineck)

Note collegate
– www.sempreattivi.it

Corrado Limonta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *